La nostra “filosofia di vita”
Per filosofia di vita riferita ad un ristoratore o ad uno chef o ad un maitre o sommellier, si deve intendere filosofia della cucina, della sala, della cantina, del territorio che li rappresenta.
Noi siamo ciò che mangiamo, ed è per questo che tutti coloro che operano nel settore della ristorazione intrecciano indissolubilmente la loro vita professionale e quella esistenziale.






La nostra cucina ed il nostro servizio si basano su tre principi: Tradizione della mediterraneità ed il folklore ferrarese, qualità assoluta delle materie prime utilizzate e modernità nell’innovare nuovi e creativi incontri di gusti e profumi.

Innovare  in cucina è fondamentale ma è necessario farlo mantenendo un’identità, una caratterizzazione che personalizzi, identifichi e faccia ricordare di se senza pretenziose ambizioni ma con tanta voglia di fare apprezzare le proprie origini, la propria storia.
 






Ciò detto sottolineiamo come per tradurre in realtà i principi sui quali basiamo la nostra professione,è necessario non trascurare  alcun aspetto, alcuna parte del fantastico universo della cucina.

Ed è dalla terra che vogliamo partire che non è solo intesa come l’orto ma come un insieme di valori usi e costumi, tradizioni gastronomiche ma anche storia ed aneddotica, di prodotti del territorio ed i suoi artigiani, del folclore e delle abitudini … senza le quali non si avrebbe la qualità dei prodotti, della gente e del territorio stesso.

 






Si transita successivamente in questo nostro personale percorso di elaborazione e studio della professione analizzando il mare, il nostro mare figlio delle tradizioni mediterranee e delle abitudini della nostra laguna... mare che ci ha donato frutti preziosi nella sua storia e che ci ha lasciato il dovere di valorizzarli al massimo tra cui reale esempio risulta essere l’anguilla... e non di meno i nuovi ed entusiasmanti vini delle sabbie. Si arriva in ultimo al cuore della città, alla sua storia dal suo ricco passato ad oggi, intrisa di aneddoti fondamentali quanto indimenticabili, studiati, amati e trasportati nella nostra realtà, nella nostra atmosfera, nella nostra filosofia di vita.

 






Nel nostro menù si esprime e si manifesta al massimo il concetto racchiuso nella frase di Eduardo De Filippo:

”Solo dopo aver studiato, approfondito e rispettato la tradizione, si ha il diritto di metterla da parte, sempre però con la consapevolezza che le siamo debitori, per lo meno, d’aver contribuito a chiarirci le idee.

Naturalmente, se si resta ancorati al passato, la vita che continua diventa vita che si ferma ma, se ci serviamo della tradizione come d’un trampolino, è ovvio che salteremo assai più in alto”.

 






Siamo, e vogliamo essere aperti a tutto ciò che rappresenta il nuovo sia da un punto di vista di nuove tecniche e tecnologie sia dal punto di vista dei prodotti; guardando però al passato ci siamo resi conto che le “innovazioni” diventano di successo solo se  legate alla terra (quella in senso ampio).